Festival Slavika!
Il 18 Marzo 2019 | 0 Commenti

Siamo lieti di informarvi che a marzo inizierà il Festival delle culture Slave!
Anche noi saremo allo Slavika, il 18 e il 22 marzo.
Vi lasciamo di seguito i dettagli dei nostri appuntamenti:

– lunedì 18 marzo ore 18
Polski Kot, via Massena, 19 – Torino.

Incontro con l’autore.
Con Anna Frajlich dialoga Giulia Randone (slavista e dottore di ricerca dell’Università di Torino). Ingresso libero, aperitivo a seguire. Libri in libera vendita.
Anna Frajlich (Kattataldyk, Kirghizistan 1942) è una poetessa e scrittrice polacca di origine ebraica, che risiede attualmente negli Stati Uniti. È stata bandita dalla Polonia dopo una campagna antisemita del 1968 e ha trovato un suo rifugio poetico a New York, ma torna ancora nei luoghi del proprio passato.
La Parlesia Editore ha pubblicato nel 2018 il suo primo libro in italiano: “Un oceano tra di noi”, che sarà possibile acquistare durante la serata. Con il sostegno dell’Istituto Polacco di Roma;

– venerdì 22 marzo ore 18
Circolo dei lettori, via Bogino, 9 – Torino.

Incontro con l’autore.
Con Mariusz Wilk dialoga Carlo Grande (scrittore sceneggiatore e giornalista).
Ingresso libero. Libri in libera vendita.
Mariusz Wilk (1955, Breslavia) è uno scrittore giornalista, saggista, viaggiatore polacco.
Dal 1978 attivista dell’opposizione democratica. Co-fondatore delle letture di opposizione “underground”: “Biuletyn Dolnośląski”, “Podaj dalej”, “Tematy”.
Dopo la legge marziale rimase nascosto, in qualità di direttore della rivista „Solidarność. Pisma Zarządu Regionu”, fino all’arresto nel dicembre 1982. Fu rilasciato nel 1983 e nuovamente arrestato nel 1986. Negli anni ’90 del XX soggiorna all’estero, negli Stati Uniti e infine in Russia, sulle isole Soloveckie. Durante questo periodo è stato corrispondente russo di “Kultura”, fino all’ultimo numero della rivista nel 2000.
Nel 2006, il Presidente della Repubblica di Polonia, Lech Kaczyński, ha premiato lo scrittore con la Croce degli ufficiali dell’Ordine della Rinascita della Polonia. Il 4 giugno 2015, Mariusz Wilk è stato privato del diritto di vivere in Russia per cinque anni.

Per la prima volta in Italia viene tradotto e pubblicato un libro di Wilk, “Uomini renna” casa editrice La Parlesia Editore, grazie al lavoro di Barbara Delfino e Giulia Randone.
Con il sostegno del Consolato Generale della Repubblica di Polonia in Milano.

Vi aspettiamo a Torino!

Rispondi

  • Altre news