• img-book

    Konwicki Tadeusz

ISBN: 9788885710047
Categoria:

Bohiń

di: Konwicki Tadeusz

Konwicki tesse la storia esemplare della rappresentante di una generazione di donne la cui vita fu segnata dal tragico fallimento dell’ultima insurrezione nazionale dell’Ottocento. Il lettore viene trascinato in una realtà affascinante, in una terra di confine in cui si intrecciano i destini di popoli la cui antica convivenza viene compromessa dai progetti elaborati da cinici politici nelle cancellerie e nei salotti dei grandi centri europei.

15,00

50 disponibili

Quantità:
Libri di Konwicki Tadeusz
Bohiń 2019
Dettagli Libro
Dettagli

ISBN: 9788885710047
Editore: Dario Prola
Data di Pubblicazione: 2019
Numero Pagine: 240

Autore
avatar-author
Prosatore e regista, Tadeusz Konwicki (1926-2015) è stato uno degli intellettuali più influenti della seconda metà del Novecento polacco. Originario di Vilna, in Lituania, durante la Seconda guerra mondiale partecipò alla lotta contro la Germania nazista nelle file dell’Esercito Nazionale, esperienza che racconterà poi nel suo primo romanzo Rojsty (Paludi, 1956). Nel secondo dopoguerra aderì al Partito comunista, ma se ne allontanò negli anni Sessanta, collocandosi su posizioni sempre più dissidenti (a partire dal 1976 pubblicò solo per il circuito editoriale clandestino o all’estero). Nelle sue opere mature come Wniebowstąpienie (Ascensione, 1967), Kompleks polski (Complesso polacco, 1977), Mała apocalipsa (Piccola apocalisse, 1979) esprime il senso di disagio e instabilità avvertito dall’individuo nella realtà socialista, rappresentata in chiave onirica e grottesca o addirittura catastrofista. Il passato assume ora i tratti della rievocazione della recente e tragica storia polacca del Novecento, ora quelli dell’idillio attraverso la memoria della Lituania perduta, in particolare in romanzi come Kronika wypadków miłosnych (Cronaca di casi amorosi, 1974) o Bohiń (1987). Le sue opere sono state tradotte in diverse lingue, tra cui francese, inglese, spagnolo, russo, bielorusso, tedesco, romeno, ungherese. L’unica traduzione italiana di Tadeusz Konwicki, Piccola apocalisse (Feltrinelli, 1981), valse all’autore il Premio Mondello 1981 per la narrativa straniera.

Only logged in customers who have purchased this product may leave a review.

Non sono presenti recensioni.